Crea sito

25 novembre: giornata mondiale contro la violenza sulle donne

16 novembre 2013
Nessun commentoComments

Mentre si moltiplicano le notizie su donne vittime di violenza, la nostra scuola vuole proporre un itinerario didattico  per sottolineare il valore dell’azione della donna nella società: non solo come madre, ma anche nei diversi campi dell”arte, delle scienze, della cultura, dell’azione politica. Tutte le classi dell’istituto comprensivo prepareranno dei collages su sagome di cartoncino a forma di specchio di Venere.

Le classi IV A e B svilupperanno il tema delle donne che si ribellano alle ingiustizie e lottano per i diritti umani e politici.

Ci servono foto/illustrazioni di donne come:

Malala Yousafzai (ragazzina pakistana che si è ribellata al divieto per le donne di studiare),

Aung San Suu Kyi (attivista per i diritti umani in Birmania),

Maria Montessori (fra le prime donne medico in Italia, rivoluzionò l’insegnamento in nome del rispetto dei bambini),

Matilde Serao (la prima italiana a fondare e dirigere un quotidiano),

Maria Occhipinti (durante l’ultima guerra mondiale si mise a capo delle donne che protestavano per la chiamata alle armi dei loro uomini),

Rita Borsellino, Felicia Impastato, Rita Atria, Francesca Serio (donne ribelli alla mafia),

Anna Maria Mozzoni (lottò per ottenere il diritto di voto alle donne),

Simone de Beauvoir (scrittrice e filosofa, approfondì il tema delle differenze fra uomo e donna e dell’uguaglianza di diritti fra i due sessi),

Helen Keller (lottò contro i limiti della cecità e della sordità, riuscì a laurearsi e a diventare un’insegnante),

Harriet Beecher Stowe (autrice del libro “La capanna dello zio Tom”, lottò contro la schiavitù degli afroamericani),

Florence Nightingale (si ribellò alla morte senza assistenza dei soldati durante la guerra e rivoluzionò il mestiere d’infermiera),

Rosa Parks (si rifiutò di cedere il suo posto a un bianco sull’autobus e dal suo gesto nacquero importanti riforme contro il razzismo negli USA),

George Sand (scrittrice femminista),

Grazia Deledda (scrittrice italiana che ha promosso il diritto delle donne ad avere opportunità nella vita),

e tante altre ancora.

Su mettiamoci al lavoro!


Categories: Avvisi e comunicazioni, Cittadinanza e costituzione